“L’ho colpita con schiaffi o pugni, ma non ricordo”

Per la morte dell’infermiera 35enne e della figlia che portava in grembo è imputato il marito, inizialmente reo confesso. Ma ora ritratta ogni cosa
“L’ho colpita con schiaffi o pugni, ma non ricordo”

Christian Leonardi marito affranto, privato della moglie e della figlia dalla piaga nostrana della malasanità. Christian marito-orco, l’ennesimo ad aver ucciso la compagna per rabbia, con un pugno “di troppo”. E infine Christian la vittima, Leonardi contro tutti, per primi il fratello e l’ex legale, che lo avrebbero costretto a una finta ammissione di colpa. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.