L’Fbi grazia la Clinton sull’email-gate: “Negligenze, ma non va incriminata”

Niente processo per la candidata democratica
L’Fbi grazia la Clinton sull’email-gate: “Negligenze, ma non va incriminata”

Un comportamento“estremamente negligente”, senza alcuna prova che ci sia stata la volontà di violare la legge. Per questo l’Fbi “non raccomanderà” al Dipartimento di Giustizia americano l’incriminazione nei confronti di Hillary Clinton per la vicenda dell’email gate. Durante la conferenza stampa di ieri, il direttore dell’Agenzia James Comey, ha spiegato che nell’indagine sono emerse violazione […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.