L’Esposizione blindata come una base Nato. Dietro il filo spinato abbandono e sprechi

Sul luogo del delitto - Muretti e cancellate proteggono i palazzi vuoti tra scritte e degrado
L’Esposizione blindata come una base Nato. Dietro il filo spinato abbandono e sprechi

Per rintracciare l’Expo maltrattata dai cartelli stradali che sono minuscoli quando ci sono, e labirintici, prima di Rho, venendo da Milano lungo la vecchia Gallaratese, devo affrontare una grossa rotonda, pigliare la terza uscita per Rho-Legnano sino ad un’altra rotonda, qui alla quarta uscita infilarmi in direzione Monza-Bollate, segnalata microscopicamente. Mai distrarsi in questa periferia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.