L’esercito dei bambini morti contro le nostre coscienze

La guerra in Siria e le colpe dell’Occidente - Alan
L’esercito dei bambini morti contro le nostre coscienze

Il corpicino di Alan Kurdi è andato l’oltre l’“iconico”. Per il fatto di essere piccolo, vestito come un bambino europeo e con la pelle chiara, il figlio di una famiglia di rifugiati curdi che avevano attraversato il Mediterraneo dalla Turchia verso l’Europa è diventato ‘nostro’ figlio. Nel momento stesso in cui il suo minuscolo corpo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.