L’elogio dei ministri, i timori di Di Maio e i sospetti dem

L’elogio dei ministri, i timori di Di Maio e i sospetti dem

“Con tutti i suoi limiti”, Luigi Di Maio è un ragazzo sveglio e l’altra sera in tv ha lanciato l’amo a chi nel Pd avesse voglia di abboccare. Secondo la versione renziana è solo un modo per “scaricare” su di loro l’accordo con la destra: lusinga i dem, ben consapevole che il corteggiamento non verrà […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.