Lebole, l’uomo che vestì l’Italia (e Gelli)

Successi e tragedie - Gli abiti buoni e le cucine del boom. Poi gli anni di suicidi e sequestri
Lebole, l’uomo che vestì l’Italia (e Gelli)

“Come si può dire di no a un uomo come lui?”. L’Italia di Carosello si innamorò dell’uomo “in Lebole” che era ancora il 1964. Che classe, e perfetto anche il suo cane, Lord per nome, e che fascino quest’uomo di gran tessitura, l’attore Armando Francioli, modello perfetto che entrava ogni sera in casa. Tra i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.