Le vipere che il Papa non chiama per nome

Èmolto interessante l’analisi che il Papa ha fatto ieri, in occasione dei tradizionali auguri natalizi alla curia romana, delle resistenze alle riforme che egli avrebbe avviato in questi primi tre anni e mezzo di pontificato. Vi sarebbero, a detta di Francesco, tre forme di resistenza: quella aperta, “che nasce spesso – ha detto il papa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.