Le telefonate imbarazzanti di Torrisi col consigliere poi condannato per mafia

Paternò - Nel 2007 l’avvocato era in comune con Frisenna, membro del clan Santapaola
Le telefonate imbarazzanti di Torrisi col consigliere poi condannato per mafia

Correva l’anno 2005 quando il senatore Salvo Torrisi, neo-presidente della commissione Affari costituzionali che dovrà occuparsi della nuova legge elettorale e all’epoca vicesindaco del Comune di Paternò, parlava più volte al telefono con l’esponente del clan Santapaola, Carmelo Frisenna, imprenditore ortofrutticolo e consigliere comunale a Paternò. Secondo i pm della Procura di Catania, che il […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.