Le relazioni pericolose del giovane Agnelli

Le relazioni pericolose del giovane Agnelli

Il problema è che questo uccide”, dice Andrea Agnelli. “Sì – precisa il security manager della Juventus Alessandro D’Angelo -, ha mandato a uccidere”. “Questo voglio dire”, aggiunge il presidente. “Quello, il concetto è quello. Questa è gente…”, conclude D’Angelo. È il 18 marzo 2014 e dopo un incontro tra i vertici del club con […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.