“Le ’ndrine cercavano Salvini per avere appalti a Milano”

I Servizi annotavano nel 2008 i tentativi di incontrare il futuro vicepremier allora in Comune
“Le ’ndrine cercavano Salvini per avere appalti a Milano”

Oggi vicepremier, ieri consigliere comunale a Milano, il più giovane mai eletto. Storia lunga quella di Matteo Salvini. Storia che all’ombra del Duomo, secondo una nota riservata dei Servizi segreti, si intreccia anche con gli interessi di una lobby di affaristi calabresi vicini alla ’ndrangheta che in riva al Naviglio ha trovato porte aperte e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.