Le microplastiche arrivano in tavola e noi ce le beviamo

“Il Salvagente” svela la presenza delle particelle dannose per la salute nei soft drink
Le microplastiche arrivano in tavola e noi ce le beviamo

Se pensate di bere un cola, un’aranciata, un tè freddo, un’acqua tonica o una gassosa il rischio di ritrovarvi nel bicchiere tracce di microplastiche è assai alto: frammenti di pochi millimetri impercettibili che ingeriamo senza conoscere le conseguenze sull’organismo. Particelle che, dopo essere arrivate nei nostri piatti, ora abbondano anche nei soft drink. Nessuno escluso. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.