Le “fughe di notizie” non sono tutte uguali

Figli e figliastri - Informative e atti riservati sono finiti su vari giornali: solo “il Fatto” è stato perquisito
Le “fughe di notizie” non sono tutte uguali

Quando Marco Lillo ha pubblicato la telefonata di Matteo Renzi con il padre nel suo libro Di Padre in figlio (Paper First), non è passato molto tempo prima che la Procura di Napoli disponesse la perquisizione negli uffici del Fatto e nelle abitazioni del suo vicedirettore. Non è erto l’unica notizia segreta finita sui giornali […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.