Le finte recensioni sui ristoranti: una nuova forma di cyberbullismo

Carissima Selvaggia, vorrei riportare la tua attenzione su un argomento già trattato, ma dall’ottica di un’addetta ai lavori: Tripadvisor. Ho 34 anni e da 20 lavoro nel ristorante della mia famiglia, con passione per tutto ciò che riguarda cibo, vino, i loro abbinamenti, la stagionalità dei prodotti e l’attenzione al cliente nell’ascolto delle singole esigenze, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.