“Le bufale della post-verità più facili da sconfiggere”

Domenico De Masi - Il sociologo analizza la marea di false informazioni propagate attraverso il web: sarà la tecnologia stessa a contenerle
“Le bufale della post-verità più facili da sconfiggere”

A un mese esatto dalla vittoria di Trump, l’entourage continua a diffondere quelle che son state definite “post verità”. Notizie false, spesso infamanti, che attraverso l’esponenziale condivisione via social network diventano vere agli occhi dell’opinione pubblica. L’ultimo esempio è costato le dimissioni a Michael Flynn junior, figlio del generale neo-consigliere per la Sicurezza nazionale, assunto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.