L’avvocata, la Dj lesbica e la studentessa. Sembra New York, invece è Tel Aviv

Libertà e fondamentalismo nell’opera prima di Maysaloun Hamoud. Lo sguardo di Munzi sulle utopie del ’77
L’avvocata, la Dj lesbica e la studentessa. Sembra New York, invece è Tel Aviv

Libere, disobbedienti, innamorate Regia:Maysaloun HamoudAttori principali:Mouna Hawa, Sana JammeliehDurata: 96 min. “Credete di essere in Europa? In tal caso vi sbagliate”. Tuonano le parole di chi non concepisce l’autonomia comportamentale che Laila, Salma e – infine – Nour esprimono con naturalissima disinvoltura. Loro sono tre giovani arabe nella Tel Aviv contemporanea, metropoli ontologicamente contaminata e […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.