L’Aquila, niente cittadinanza per l’ombra di B.

Quali meriti? - Consiglieri contrari, il Comune rinvia. Il precedente di Aielli: statua per lo zio, prefetto fascista
L’Aquila, niente cittadinanza per l’ombra di B.

A L’Aquila era tutto pronto per festeggiare Gianni Letta. E consegnargli simbolicamente le chiavi della città, ad eterno riconoscimento del suo impegno durante e dopo il terremoto del 6 aprile 2009. E invece nulla: la seduta straordinaria per conferire la cittadinanza onoraria all’uomo ombra di Silvio Berlusconi è stata cancellata. Perché qualcuno ha storto il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.