L’applauso non è democratico, spesso è l’eco di un luogo comune

Applaudiamo tutto: l’atterraggio dell’aereo; i morti famosi; gli urlatori in tv, il feretro quando passa; il Papa che minaccia chi gli offende la mamma. È un like da social network
L’applauso non è democratico, spesso è l’eco di un luogo comune

Mi trovavo anni fa sulla banchina della metro B in accaldata compagnia di turisti e pendolari, quando l’altoparlante annunciò guasto e conseguente ritardo del treno. La folla di utenti, fino a poco prima inerte e come spossessata della propria identità in una sorta di osmosi malvagia col luogo e l’attesa, scoppiò all’unisono in un fragoroso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.