L’ammazza-Rai: meno spot e tagli per 120 milioni di euro

Il governo abbassa il canone e prevede la riduzione della pubblicità. L’azienda toglie risorse ai canali, alle fiction e al cinema: “Meno eventi in prima serata”, annuncia Campo Dall’Orto
L’ammazza-Rai: meno spot e tagli per 120 milioni di euro

In Viale Mazzini la paura fa 2017. Con la riduzione del canone a 90 euro e la probabile sforbiciata agli introiti pubblicitari imposta dal governo – una perdita complessiva nel prossimo anno stimata in 280 milioni di euro – la Rai è costretta a una manovra di tagli per circa 120 milioni. Si tratta di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.