L’Alcoa riparte col supporto dello Stato

Dopo sei anni - Accordo con l’elvetica Sider Alloys. Entro il 2020 riassorbiti i 400 addetti
L’Alcoa riparte col supporto dello Stato

Sta per iniziare l’era svizzera dell’alluminio sardo. Ieri al ministero dello Sviluppo economico è stata firmata la cessione dell’Alcoa – fabbrica del Sulcis chiusa nel 2014 – in favore dell’elvetica Sider Alloys. Il rilancio, accolto con favore da tutti i sindacati, prevede un piano di investimenti da 135 milioni di euro, per la maggior parte […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.