L’addio di B. e l’affare infinito con i cinesi

L’addio di B. e l’affare infinito con i cinesi

Tra caparre multiple, scadenze non rispettate e trattative a oltranza, l’operazione che dovrebbe segnare la fine dell’era Berlusconi e l’inizio di quella cinese al Milan non riesce proprio a vedere la luce. Le ultime cronache riportanola stipula di un ennesimo accordo – ancora non firmato – che sostituisce quello scaduto il 3 marzo. Intanto Fininvest […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.