Lacrime bocciate e altre slealtà

Dibattito aperto tra i candidati sindaco del centrodestra a Roma sulle lacrime di Federica Mogherini. Confesso, e me ne preoccupo, che ho provato un moto di simpatia per Francesco Storace che ha detto: “Ma che male c’è? Le dimissioni non si chiedono se uno piange, ma per inefficienza”. Alfio Marchini è stato ancora più netto: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.