L’accusatore del vice di Tosi in aula: “Mi distruggono, vado a Praga”

Il processo - L’imprenditore Leardini raccontò le tangenti, ora è imputato
L’accusatore del vice di Tosi in aula: “Mi distruggono, vado a Praga”

Ho scoperchiato un sistema di potere e ora vogliono distruggermi”. Imputato a Verona per corruzione, l’imprenditore immobiliarista Alessandro Leardini ha raccontato in aula le “mille ritorsioni” che avrebbe ricevuto dall’amministrazione comunale di Flavio Tosi, da quando ha deciso di collaborare con i magistrati e raccontare le tangenti nell’edilizia veronese. Da grande accusatore dell’ex vicesindaco di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.