L’accusa di Del Grande: “Mia detenzione illegale”

Il documentarista, liberato dalla Turchia, è tornato ieri a casa, accolto da Alfano
L’accusa di Del Grande: “Mia detenzione illegale”

Si è presentato ieri mattina agli arrivi dell’aeroporto di Bologna sorridente ed è apparso in buone condizioni fisiche Gabriele Del Grande, il giornalista rinchiuso per due settimane in un centro di detenzione amministrativa in Turchia; il documentarista era stato fermato dalle autorità di Ankara mentre lavorava al confine con la Siria. “Ora vado a mangiare, dopo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.