Ilva, l’accordo con i Riva salva (forse) solo la fabbrica. Tarantini beffati

In cambio dei soldi svizzeri niente ai risarcimenti per i danni ambientali causati fino al 2005. Riva Fire, la cassaforte del gruppo, è stata messa in amministrazione straordinaria. Il tribunale, quindi, ha interrotto il procedimento nei confronti della società
Ilva, l’accordo con i Riva salva (forse) solo la fabbrica. Tarantini beffati

Sono praticamente sfumate le speranze per il Comune di Taranto e gli abitanti del quartiere Tamburi di ottenere un risarcimento per i danni subiti fino al 2005 a causa dell’inquinamento dell’Ilva. L’accordo tra i Riva e il governo per il trasferimento del tesoro svizzero nelle casse dell’Ilva commissariata ha infatti avuto ripercussioni anche nel procedimento […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.