» Cultura
venerdì 08/12/2017

La vita è un bunker e la pena infinita

La vita è un bunker e la pena infinita

Probabilmente se oggi uno scrivesse, per il teatro, “siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni” non sarebbe capito; al più, passerebbe per pretenzioso: esagerato! Lo slogan va giusto bene per una réclame di auto dal nome shakespeariano. Con le debite proporzioni, tale è lo spaesamento dello spettatore di fronte a Fine […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

La Ruota delle Meraviglie. Per rivedere (il vero) Woody, meglio il prossimo

Cultura

Greta Gerwig, la regista indie che ora vogliono tutti

Fresu e Devil Quartet colgono l’Italian style
Cultura
Carpe diem

Fresu e Devil Quartet colgono l’Italian style

di
“Sono stanca del killer che tortura e abusa sempre delle solite donne”
Cultura
L’intervista - C. J. Tudor

“Sono stanca del killer che tortura e abusa sempre delle solite donne”

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×