La violenza e il dolore: il racconto dei detenuti serve a chi è “fuori”

Stasera nel carcere di Opera lo spettacolo teatrale “Undicesimo comandamento, uccidi chi non ti ama”. La regista Trettel: “Così gli attori rivivono le proprie esperienze”
La violenza e il dolore: il racconto dei detenuti serve a chi è “fuori”

Dodici interpreti che diventano uomo e donna, madre e figlio, o folla, spesso silenziosa o peggio ancora indifferente: sono gli attori reclusi ed ex reclusi della casa circondariale Milano Opera che insieme con Maria Chiara Signorini saranno in scena stasera alle 21 presso il teatro del carcere con “Undicesimo Comandamento, uccidi chi non ti ama”, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.