La vera e sfortunata storia del rapporto banche-Renzi

Per 2 anni Matteo obbedisce a Bankitalia Poi lascia marcire Mps e le due Venete per non “disturbare” il referendum
La vera e sfortunata storia del rapporto banche-Renzi

Matteo Renzi non esagererà mai abbastanza le colpe di Banca d’Italia nel tracollo di pezzi rilevanti del sistema del credito. Al contrario dire “allora il problema non era il Pd” è una sottovalutazione del suo ruolo in quanto segretario e presidente del Consiglio. Le dilettantesche ingerenze di Maria Elena Boschi su Banca Etruria e la […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.