La vecchia socialdemocrazia non ha più nulla da dire

L’elezione di Trump ha certificato il disastro delle forze progressiste, incapaci di reagire alla crisi di consenso e di risultati: dal disastro di Hollande a quello dei socialisti spagnoli. E la destra ne approfitta

Un argine al populismo. È quello che gran parte delle classi dirigenti della vecchia Europa immaginano di fare dopo che il populismo si è saldamente installato in buona parte del mondo. Soprattutto dopo che, come notava Romano Prodi in una intervista a La Stampa, il populismo è nato e cresciuto proprio in Europa e in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.