La sindrome dell’arrocco che spinge le élite al suicidio

Una dopo l’altra stano cadendo le famose “torri d’avorio” da cui si cercava di governare un popolo tenuto lontano dal potere, ovviamente per il suo bene. Un fenomeno globale che in Italia si riassume nella sconfitta di Napolitano

C’è una “sindrome Napolitano” che sembra colpire come un virus la sinistra italiana. La quale, ossequiosa di una storia tutt’altro che raccomandabile, non riesce a liberarsene e anzi, più viene strattonata e maltrattata dalle poco lungimiranti manovre ex quirinalizie, più sembra prostarsi ai piedi del fu “Re Giorgio” oggi senatore a vita sempre molto influente. […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.