La scusa fake news per minacciare le tv locali sui fondi

Presto legge - Ok al parere vincolante per i finanziamenti pubblici: niente soldi per chi ha un giornalista “censurato” dall’Ordine
La scusa fake news per minacciare le tv locali sui fondi

Niente fondi per le emittenti locali in cui lavorano giornalisti censurati o sospesi definitivamente dall’Ordine dei giornalisti “in ragione della falsità delle notizie riportate o diffuse”. In pratica, un comma contro le fake news, che è stato approvato all’interno dello schema di decreto per i criteri di erogazione delle risorse del Fondo per il pluralismo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.