La sconfitta: Hillary e Matteo ancora si chiedono perché

Ha perso tutto ciò che pareva impossibile perdere, non riesce a fare autocritica ed è in giro per promuovere un libro in cui ci spiega che la colpa non è mai sua. Matteo Renzi? No, o per meglio dire sì. Ma non in questo caso. La quintessenza della boria politica lanciata a bomba contro l’autodistruzione […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.