“La scherma è pulita, non si può sparare nel mucchio così”

“La scherma è pulita, non si può sparare nel mucchio così”

Per un atleta partecipare a un’Olimpiade è un sogno, e vederselo togliere per un motivo derivante da situazioni esterne non è sicuramente bello”: a parlare è Stefano Cerioni, ex campione italiano di scherma e ora commissario tecnico del fioretto maschile e femminile della nazionale russa. La Russia è in trepidante attesa. L’agenzia antidoping mondiale la […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.