La Scala, il format rivoluzione e la ghigliottina di Carlo Conti

Ormai la rivoluzione fa così poca paura che si può metterla in scena con successo, si possono mietere applausi e share. La rivoluzione della rivoluzione ha conquistato addirittura la Scala grazie ad Andrea Chénier: nella Prima di Sant’Ambrogio il poeta girondino non è stato giustiziato in prima serata su Rai1 solo perché l’opera è iniziata […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.