La Sakuntala di Franco Alfano, Parsifal italiano di un genio ignorato

Considerato solo colui che terminò l’incompiuta “Turandot” di Puccini, è in realtà un sommo compositore
La Sakuntala di Franco Alfano, Parsifal italiano di un genio ignorato

L’esotismo è tra le principali vene dell’arte ottocentesca e novecentesca: Mario Praz insegna ch’è un vero complesso di fuga da che la cultura occidentale è toccata; e quando alla lontananza di spazio si aggiunge la lontananza di tempo, in un vagheggiamento d’un Altrove sempre più distante, l’intossicazione è al culmine. Produce capolavori sin dal Settecento: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.