La rinascita del digitale in periferia è solo l’ennesimo slogan

Sul muro di un brutto edificio di viale Gorizia, non lontano dalla Darsena dei Navigli milanesi, qualcuno ha fissato un grosso manifesto in bianco e nero. Il disegno mostra un tipo che si sta facendo un selfie. Il telefonino emette tre raggi malefici: lo schermo dell’apparecchio riproduce, infatti, un teschio. Sotto l’immagine, campeggia un neologismo: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.