La ragazza di ghiaccio e la via di fuga dalla morte

Stroncata da un cancro a 14 anni ha chiesto a un giudice di essere ibernata per avere una possibilità nel futuro
La ragazza di ghiaccio e la via di fuga dalla morte

Si può negare l’ultimo desiderio, seppure folle, a una ragazzina di 14 anni, cui una rara forma di cancro decide di portare via la vita in poco più di 12 mesi? Il giudice inglese Peter Jackson non se l’è sentita e ha dato ragione a J.S., le iniziali della ragazza, permettendole di essere ibernata nella […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.