La pubblicità non mi fa più sognare

Forse non sarò al passo coi tempi ma credo che Fellini abbia ragione. Lo sento parlare in tv a proposito della polemica sulla pubblicità. “È giusto che la pubblicità interrompa un film?” In genere Fellini è quasi sempre accomodante. Un cucciolone affabile e tranquillo. Stavolta no. Stavolta s’innervosisce, sbuffa, non capisce se la domanda è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.