La prevalenza di quelli per cui Stato e privato sono uguali

Lo stato dell’arte è questo: “E allora io vado in banca e gli dico di cancellarmi il debito!”. Ieri nei bar, in Parlamento, sui social, navigando il Manzanarre o bagnandosi nel Reno questa freddura è stata ripetuta di continuo. Persino il sito del Sole 24 Ore s’è abbandonato a facezie parlando di quella parte della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.