La “piramide Montante” si (ri)prende Confindustria

Alla guida degli industriali siciliani arriva Catanzaro, per anni vice e fedelissimo dell’ex capo della lobby, nei guai per concorso in associazione mafiosa
La “piramide Montante” si (ri)prende Confindustria

L’ex pm di Caltanissetta, Nicolò Marino, quando era assessore regionale all’Energia, lo definì un “prestanome del boss Provenzano”. Due giorni fa, Giuseppe Catanzaro, 50 anni, il ras della discarica di Siculiana (Agrigento), è stato eletto presidente di Sicindustria con il voto unanime dell’assemblea dei delegati: per i prossimi quattro anni guiderà la Confindustria siciliana affiancato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.