La perenne giovinezza del jazz in un trio insolito

La perenne giovinezza del jazz in un trio insolito

Franco D’Andrea è la perenne giovinezza di un jazz che non ha paura di mettersi in discussione, di scavare a fondo nella tradizione guardando al non ancora completamente esplorato, di sperimentare le infinite possibilità di un linguaggio capace di raccontarsi nell’attualità e al tempo stesso proiettarsi nel futuro. Il terzo volume del progetto “Trio Music”, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.