La passione del boss per Facebook: arrestato in Messico grazie ai social

Crimine - Quando la rete compromette le latitanze
La passione del boss per Facebook: arrestato in Messico grazie ai social

Saverio Garcia Galiero. Del suo profilo Facebook, l’unica cosa che lo collegava alla precedente vita da camorrista era “Galiero”, il cognome della madre. Per il resto, dietro la tastiera si nascondeva Giulio Perrone, 65 anni di cui 23 trascorsi da latitante. È proprio attraverso Facebook che il Servizio centrale operativo della polizia di stato e […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.