La parabola dell’uomo che amava la carne

Mentre quell’altro, alla tetra convenzione del Pd, faceva la voce grossa nell’indifferenza generale riattaccando la litania del “chi perde non bombardi” (cioè del “chi vince comanda”), lui, l’unico, vero, originale Salvatore della Patria incastrava l’ultimo tassello della sua iconografia surreale, reale, bizzarra e sconcertante. Un video twittato dall’on. Brambilla, simpatica canara e anche, par di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.