La mite vita da carcerata dell’assassina di tre bambini

La mite vita da carcerata dell’assassina di tre bambini

Il 29 novembre 1946, in via San Gregorio 40, a Milano, vengono trovati i corpi di Franca Pappalardo e dei suoi tre figli. La donna era la moglie di un commerciante di tessuti, Giuseppe Ricciardi, datore di lavoro di Caterina Fort, giovane donna dalla vita travagliata e amante di Ricciardi. Il caso diventa uno dei […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.