La memoria di chi scelse di non fare il boia

La Grande guerra - Le lettere e le foto inedite di Giuseppe e Eugenio Garrone (cento anni dopo)
La memoria di chi scelse di non fare il boia

Morirono nella Grande Guerra i fratelli Giuseppe ed Eugenio Garrone, vercellesi, zii di Alessandro, il “mite giacobino”, e Carlo Galante Garrone, esponenti di punta dell’antifascismo. Caddero durante l’offensiva austriaca sul Monte Grappa: il primo nel dicembre del 1917; il secondo agli inizi del 1918. Giuseppe era del 1886, Eugenio del 1888. Morendo furono risparmiati dall’assistere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.