La magnanimità dello Zar: “Noi non cacciamo nessuno”

Guerra fredda - Mosca prima annuncia l’espulsione di diplomatici americani in risposta alla decisione di Washington di mandare via 35 funzionari russi, poi ritratta
La magnanimità dello Zar: “Noi non cacciamo nessuno”

È un anno da Pallone d’Oro, per Vladimir Putin: il presidente russo fa sempre gol, quando va all’attacco e quando gioca in contropiede. Il giorno dopo l’annuncio della pace in Siria, Putin fa sfoggio di magnanimità nei confronti degli Stati Uniti e frena la spirale della nuova Guerra Fredda fra i due Paesi. Giovedì, il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.