La luce di Pina Bausch su Roma e i panini con Fellini a Cinecittà

Presentato in anteprima al Teatro Argentina un documentario sulla coreografa e sul suo rapporto con la Capitale: dalle famiglie rom ai locali gay, tutto confluì in “O Dido”
La luce di Pina Bausch su Roma e i panini con Fellini a Cinecittà

Sono le 5 del mattino, il locale è già chiuso e le luci all’interno sono accese a giorno. Sui monitor in alto continuano a scorrere immagini pornografiche. A terra, un letto di preservativi usati. Un lungo corridoio, percorso da un manipolo di persone: sono riuscite a convincere i due trans all’ingresso a farle entrare per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.