La Lituania fa 100. E come antidoto alle paure usa l’arte

L’Indipendenza - Nel 1918, dopo un secolo di invasioni e repressioni, il diritto di preda di Stalin fu sostituito dall’autodeterminazione dei lituani. Che celebrano l’anniversario a Roma con un festival creativo e raffinato
La Lituania fa 100. E come antidoto alle paure usa l’arte

La Lituania, nodo baltico dell’Unione Europea, celebra a Roma in questi giorni il centenario della sua prima e faticata indipendenza repubblicana con l’arte, la musica, il teatro, i video, la fotografia, la danza. Lo fa con un festival raffinato e creativo, meriterebbe restasse più a lungo. Si chiama Flux, dal manifesto Fluxus (1963) di George […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.