La libraia che sfida la sindaca: la battaglia a Lodi è donna

La protagonista - Michela Sfondrini guida, con il Coordinamento Uguali Doveri, la protesta contro il regolamento scandalo del Comune sulle mense
La libraia che sfida la sindaca: la battaglia a Lodi è donna

La sua piccola libreria, “indipendente e resistente”, come ama definirla, è in centro, a pochi metri dal Comune, in piazza Broletto a Lodi, diventata famosa per il presidio delle mamme straniere contro la sindaca leghista Sara Casanova e il suo regolamento che, di fatto, esclude i bambini stranieri da mensa e scuolabus. E lei, Michela […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.