La Lega attacca i giudici ma il buco è precedente

Conti congelati adesso, ma i soldi erano già finiti con le gestioni Salvini e Maroni
La Lega attacca i giudici ma il buco è precedente

Prova quasi imbarazzo Francesco Cozzi, procuratore capo di Genova, a dover intervenire per ribattere alle pesanti accuse mosse da Matteo Salvini che ha definito i magistrati del capoluogo ligure “toghe rosse” che hanno deciso di sequestrare i fondi del partito per “fermare la Lega” e aver compiuto un “atto eversivo”. Al magistrato è toccato spiegare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.