La “guerra dei seggi” coinvolge anche Google

Un giudice chiede di bloccare l’app con cui rintracciare i luoghi per votare
La “guerra dei seggi” coinvolge anche Google

Rispondendo all’appello delle organizzazioni indipendentiste Anc e Omnium, ieri gruppi di cittadini hanno iniziato a occupare alcuni seggi dove domenica dovrebbe svolgersi il referendum. L’intento è quello di evitare che vengano chiusi dagli agenti. Tuttavia i Mossos d’Esquadra, la polizia catalana, è intervenuta in alcune scuole, per chiudere i cancelli ed evitare che le occupazioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.